CaffeNero | Il Cannocchiale blog
.

  CaffeNero [ Meta blog delle Destre e non solo... ]
         









NOTE LEGALI. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio
che provvederà alla loro pronta rimozione."


Blog\Autori;

Politiche Giovanili:

- kinasafronte
 
www.Made_in_Italy.ilcannocchiale.it

- Simone 
www.simoneinarcadia.altervista.org

Controstoria e Revisionismo:

- Pike

- Caposkaw

Politica Attuale:

- mauromauro



Blog aderenti:

www.colognoinazione.ilcannocchiale.it 
www.forza_e_onore.ilcannocchiale.it
www.ercolinamilanesi.com




29 ottobre 2008

IV NOVEMBRE E ISTERICI COMUNISTI

.


(IV novembre; clamorosa protesta di militanti del centro sociale Laboratorio Aq 16 di Reggio Emilia)


Non si parla del miserabile sostegno che un giornale finanziato coi soldi pubblici (il comunista alla fine , è sempre un parassita. Ha bisogno di attaccarsi alla tetta dello stato, se no deperisce e muore ) dà a quattro deficienti che vogliono restare 'gnoranti , ma del corposo mal di pancia, (il quale si esplica nella proposta di boicottaggio) che la festa del 4 novembre suscita nel direttore di liberazione.

E quindi il personaggio eiacula un articoletto :

"Suscita polemiche la nostra proposta di disertare le cerimonie del 4 novembre che La Russa vuole trasformare in una occasione di apologia bellicista e retorica nazionalista (e come? facendo sfilare i soldati delle repubblica ?).

Mentre gli elicotteri del nostro esercito precipitano (
ahh, ma questo è sciacallaggio! ma loro non sono superiori moralmente?), il ministro della propaganda di guerra (propaganda? il ministero si chiama ministero della difesa , e da almeno 63 anni l'Italia non ha mai fatto guerre di aggressione... fooorse l'intervento in jugoslavia, ma quelllo tutti i comunisti lo vogliono dimenticare...) spende milioni di euro (ehhh, esageriamo miliardi! ma non lo sa il fesso che i carri armati devono muoversi ogni tanto per non arruginire? il fesso mi sembra creda che i soldati e i mezzi si tendano in frigorifero nei periodi di pace) per esaltare il grande massacro di vite umane che fu il primo conflitto mondiale (mah! mi sembra che si commemori il coraggio dei soldati italiani e la vittoria, non altro) . Costato a tutta l'Europa 8 milioni e mezzo di morti (650 mila in Italia), 21 milioni di feriti e mutilati, 7 milioni e mezzo di prigionieri e dispersi (ma che bella contabilità, molto dettagliata! mi punge vaghezza che se qualcuno cominciasse a enumerarli i costi della guerra civile russa o le vittime del kgb, il miserabile tenderebbe al ribasso, oppure protendendo il petto orgoglione direbbe: quelli erano capitalisti! oppure direbbe che non è vero niente.) .

Gelmini toglie i maestri, al loro posto andranno i generali a spiegare ai nostri figli che le guerre purificano i popoli, il nazionalismo rinforza il paese (una affermazione di fede, fessa quanto ottusa. se i soldati vanno nelle scuole a spiegare un po' di storia, e sicuramente non come crede lui, la cultura dei ragazzi non potrà che migliorare). Per questo rinnoviamo il nostro appello a boicottare le cerimonie e le parate militari che si terranno l'8 e il 9 novembre (
beh, se TU e quelli simili a TE non ci sono, si potrà solo affermare che l'aria sarà più pulita e respirabile...).

Questa è la misera eiculata del miserabile copiata paro paro da liberazione...

Non voglio entrare nel discorso più di tanto. Mi limito a far notare che se non si festeggia il 4 novembre 1918, una vittoria dell'Italia, che senso ha festeggiare il 25 aprile 1945 , una sconfitta della medesima?

Ma , ma...
quando un cane abbaia, tutti gli altri cani abbaiano di rimando.

Ecco il cane  (1):

A Villafranca Padovana, gli insegnanti hanno deciso di non mandare gli alunni alla commemorazione del 4 novembre, festa della vittoria e soprattutto ricordo delle vittime.
...
La direttrice, Maria Grazia Bollettin, non parla coi giornalisti. Peccato, sarebbe interessante chiederle cosa c’è di razzista nell’inchinarsi alla memoria delle migliaia di morti senza nome seppelliti nel fango sull’altopiano di Asiago, o dei più fortunati arrivati fino al sacrario di Redipuglia. Oppure sapere chi offenderà, il 4 novembre, il capo dello Stato, quando visiterà Vittorio Veneto, il paese dove è terminata la carneficina. Il dirigente scolastico provinciale, cioè il responsabile amministrativo di tutte le scuole pubbliche della Provincia di Padova, intervistato dal Gazzettino se l’è cavata così: «Questa decisione è profondamente sbagliata, ma noi non possiamo far nulla. Ogni scuola ha il potere di decidere a quali cerimonie partecipare e a quali no»

dal Giornale

C'è poco da dire che non sia già stato detto dall'articolista del Giornale.

A parte i vaneggiamenti del parassita di liberazione, quali motivi hanno questi insegnanti?

La prima guerra mondiale è parte della storia italiana, e sapere che è avvenuta e come è avvenuta non può che far capire meglio il successivo corso della storia italiana...

E poi dove è l’insulto alle minoranze? Se si trattasse della conquista di Addis Abeba nel ’37 potrei anche capire che gli etiopi si innervosiscano (ma non è affatto detto che lo facciano. Mica sono fessi loro) ma qua si tratta della 1° guerra mondiale… si offendono gli austriaci? I croati? Ma se non si offende nessuno!

Ma… forse è tutto più semplice. A liberazione e a questi cattivi maestri i soldati italiani piacciono solo da morti e sconfitti. E’ così semplice!

"10,100,1000 Nassirjah!(2)"

Questo semplice slogan, magari indica il nocciolo della questione.

I cattivi maestri e quelli che si ispirano a liberazione non sono italiani. Tutto qui.

Sono italiani quanto un pidocchio è una persona... già perchè non basta vivere su un territorio , parlare la lingua del territorio e sopratutto succhiarne le risorse nel ricevere un finanziamento statale o uno stipendio immeritato, per essere parte della popolazione di quel territorio... bisogna sentirsi di quella popolazione.

E questi , evidentemente non se ne sentono parte. Sono comunisti , loro, mica italiani.

Caposkaw






(2)    Per i nostri soldati a Nassirjah , vale un motto latino : ”i 300 romani caduti non furono sconfitti. Furono solo uccisi.”





29 ottobre 2008

Sedicenti "antifascisti" aggrediscono studenti del "blocco studentesco"



Riceviamo e pubblichiamo da CASAPOUND ITALIA BERGAMO

 Oggi 29 Ottobre, intorno alle ore 11, mentre si svolgeva il corteo di
protesta degli studenti sotto al senato, i ragazzi del Blocco
Studentesco sono stati caricati da sedicenti studenti antifascisti un
pò troppo avanti con l'età, che volevano escluderli dalla
manifestazione.

Alle cariche sono seguite le proteste di tutto il
corteo per questo tentativo di esclusione di una parte di studenti
dalla protesta anti-gelmini. Gli studenti in piazza hanno cominciato
ad intonare il coro "ne rossi ne neri solo liberi pensieri" per
condannare l'episodio di violenza contro i ragazzi del blocco
studentesco. "
rifiutiamo questo tentativo di spaccare il fronte unito
degli studenti da parte di alcuni idioti antifascisti
" commentano i
ragazzi del Blocco Studentesco.

L'aggressione premeditata ha lasciato due ragazzi del blocco studentesco feriti.
"Alcune agenzie riportano i fatti in maniera distorta, addossando
addirittura la responsabilità al Blocco Studentesco
" proseguono "
ma
abbiamo filmati che pubblicheremo su youtube e su facebook, unici
media liberi, che come al solito dimostreranno una realtà ben precisa:
gli scontri e le divisioni fra studenti sono fomentate dagli
antifascisti che non accettano che nella protesta studentesca ci sia
unità generazionale fra ragazzi di destra e di sinistra
."
Intorno alle 12, inoltre, i ragazzi del Blocco Studentesco, sono stati
nuovamente caricati da un centinaio di antifasciti organizzati con
bastoni e caschi.

"Molti dei nostri sono rimasti feriti per mano degli antifascisti" la
vicenda si è svolta sotto gli occhi attoniti di tutti gli studenti
romani e di numerosi giornalisti. "
Il tentativo di spaccare il fronte
unito degli studenti escludendo il Blocco Studentesco prosegue con una
ferocia inaudita da parte degli antifascisti
" proseguono gli esponenti
del Blocco. "
Per spaccare il fronte degli studenti non è arrivata la
auspicata polizia di Berlusconi, ma la violenza antifascista
"..
 
Cossiga docet.

Casapound Italia




28 ottobre 2008

Il povero Uolter, spizzichi e bocconi di un viagradiscorso?

  .
 

Ho letto il discorsetto del uolter alla maifestazione dei 200.000 , detta anche la manifestazione con lo 0 in più (dato che gli amichetti di uolter dicono , anzi affermano , anzi giurano giurin giuretta sulla testa di uolter, che i manifestanti erano 2.000.000 ...) .

Non è una fatica improba, al massimo uno si annoia, perchè si sente odore di già detto , di già sentito.

È un insieme di vecchie chiacchere e vecchi slogan.

Inizia con la commemorazione del signor Vittorio Foa , un fondatore della sinistra, dimenticandosi di dire che era stato in pratica escluso dal partito per idee piuttosto eretiche (dei morti non si butta via niente. La storia di Craxi insegna...).

E poi inizia il panerigico sulla resistenza e l'antifascismo, e rimprovera a Berlusconi di non essere antifascista.

Se gli ANTIFASCISTI con il patentino, ti insultano a ogni piè sospinto in modo contradditorio ma assoluto , non credo ti venga voglia di diventare antifascista, a meno che tu non sia masochista ...

Il uolterino strilla: per Berlusconi il parlamento, la corte costituzionale, la magistratura ,sono impedimenti!

Per quanto ne so io, finora tutte le leggi sono state approvate con l'iter normale, quindi tutti gli organi preposti hanno fatto la loro parte. La magistratura , il uolter mi deve spiegare come mai contro Berlusconi si muovono sempre le stesse persone dotate di certa tessera, e come mai altre persone , tipo che so, una Forleo a caso , quando iniziano certe indagini, sono bloccate con rapidità sospetta...

Come sempre uolter si contraddice, ( “Il PD avrà sempre, anche all’opposizione, una sola stella polare: gli interessi generali del Paese. Quel Paese che amiamo e il cui destino è la nostra ragione d’essere. Quel Paese che vogliamo unire, rifiutando l’odio e la contrapposizione ideologica. “

Se accusare direttamente il capo del governo di essere un dittatore , e indirettamente quelli che lo hanno eletto di esserne complici e scherani, non è odio e contrapposizione ideologica, non so cosa intenda uolter per odio e contrapposizione ideologica...) e continua sulla strada del polically correct.

In Francia e in America nessuno avrebbe messo in dubbio in ordine la resistenza e la decisione del presidente Roosevelt sulla guerra contro il nazismo... ma in quei paesi non c'è gente che ci ha campato per 60 anni vantando meriti fasulli... e quando mai NOI abbiamo denigrato i sacrifici degli alleati? Noi sappiamo e lo ripetiamo che sono stati LORO a liberare l'Italia dai Nazi, non certi personaggi tipo Bocca o Fo , uno fascistissimo con tessera vicino al cuore fino al 7 settembre 1943, e l'altro fino al 24 aprile 1945 arruolato nelle G.N.R. Repubblicana....

e il uolter prosegue...

È irresponsabile e pericoloso minacciare l'uso della forza pubblica per sgombrare le università dai dimostranti?

La legge lo prevede. Chi impedisce lo svolgimento delle lezioni in una scuola ,commette una violenza, e il preside ha il diritto di chiedere l'intervento della polizia.

Il povero uolter , che manda la discendenza a una scuola privata ed esclusiva (come del resto tutti i capatz della sinistra) forse non si è reso conto che i cosidetti studenti manifestanti contro la Gelmini sono una minoranza piccolissima (che forse non corrispondono numericamente neanche al 5% della sinistra estrema , giustamente defenestrata dal parlamento) e che molti di quelli nei cortei erano spinti dal legittimo desiderio di bigiare la scuola (del resto, passata la sbronza giovanile, quando andranno a cercare lavoro, una reazione legittima di quelli che si troveranno di fronte i loro curriculum pieni di errori d'orto&grafia sarà di scartarli) e che le università dove si manifesta realmente sono solamente il 10%?.

E ancora :

“Ma perché coltiva questa impunità delle parole? Questa strategia dell’inganno permanente nei confronti dei cittadini? La presunzione che si possa promettere di tagliare le tasse che poi non si tagliano, di fare delle mirabolanti opere infrastrutturali che poi non vengono nemmeno progettate?”

sembra proprio che dia la colpa agli altri delle cose che lui non fa...

Basta solo ricordare la TAV, ad esempio.

L'attuale governo le tasse le ha ridotte, mentre il precedente le ha aumentate.

E dagli:

“L’Italia non è non sarà mai un Paese razzista.”

Ma guarda , sono d’accordo!

“Molti, troppi episodi si sono verificati negli ultimi mesi, nelle ultime settimane. Di quasi tutti si è detto “il razzismo non c’entra”. Ma non è razzismo l’assassinio di Abdoul, ucciso per una scatola di biscotti al grido di “sporco negro”? Non ci sono l’ignoranza, l’estraneità e l’ostilità verso “l’altro” dietro l’aggressione di un ragazzo cinese alla fermata di un autobus? Non dobbiamo pensare che ci sia razzismo dietro il fermo violento da parte dei vigili e il pestaggio di Emanuel? Dietro quel negargli persino il cognome?”

ma insomma , ‘sto razzismo c’è o non c’è?

Se il uolter scambia per razzismo episodi di cronaca nera, è molto miope. Se crede che questi episodi siano fomentati dall’alto, pensa che il governo attuale sia uguale al governo comunista cinese, che ogni tanto promuoveva delle campagne (campagna per l’acciaio, campagna contro i passeri, campagna contro i topi) le quali avevano regolarmente dei risultati opposti a quelli previsti, e che erano espressioni di un governo comunista assolutamente avulso dalla realtà…

Ce ne sarebbero altre , ma mi sono annoiato.

Insomma , assolutamente nulla di nuovo.

Le solite balle sulla superiorità della sinistra, ma se la sinistra è migliore, più buona, più brava e anche più intelligente, perché si ostina a stare in Italia, la quale evidentemente non è piena di gente con queste precipue caratteristiche , dato che si ostinano a non votarli?

C’è da dire, che tutto ciò è stato detto con una proprietà di linguaggio e di punteggiatura a cui il trebbiatore di montenero di bisaccia non arriverà mai nella sua vita, campasse 2 secoli…

Ed l’esperto di agricoltura & trattorismo era proprio il grande assente , seppur presente, e aleggiante nella manifestazione.

Il povero uolter è proprio nelle canne. Il trebbiatore gli sta rosicchiando la base con una diligenza da termite, e uolter non riesce a trovare uno slogan un qualcosa per andargli contro, perché disgraziatamente gli argomenti che piacciono alla pancia del suo partito sono gli stessi del trebbiatore … ma questi vanno bene per una campagna elettorale da trogloditi, non per persone responsabili… il trebbiatore , posto che fosse al governo ora, non lo vedo in grado di affrontare problemi seri… al massimo farebbe stampare un po’ di cartamoneta in più, credendo di risolvere la situazione…

Oppure, non c’è un altro scopo, magari più personale?

Che la manifestazione sia stata fatta da uolter per arraparsi un pochino? Se i sinistri si eccitano solo in manifestazione, questa è più comprensibile. Date le batoste prese da uolter negli ultimi mesi , è comprensibile che si sia un po’ ammosciato… e che la moglie , o la facente funzione, tenda verso diversi lidi…

Quindi è comprensibile un disperato tentativo di raggiungere un po’ di solidità…fisica.

Per chi ha la pazienza di leggerselo tutto :

http://www.partitodemocratico.it/gw/producer/dettaglio.aspx?ID_DOC=62467

Io ho perso la pazienza.

Caposkaw




24 ottobre 2008

Lotta studentesca movimento giovanile di Forza Nuova e Movimento studentesco manifestano insieme a Bergamo

 (1)




A Bergamo il movimento studenti diventa bipartisan in nome della protesta contro la riforma Gelmini: Movimento studentesco e Lotta studentesca, legata al controverso movimento Forza Nuova manifestano insieme, ovvero sinistra e destra estreme o radicali che dir si voglia si trovano d'accordo.

"Preso atto delle intenzioni del presidente Berlusconi di reprimere con la forza la polare insurrezione contro la riforma Gelmini, Lotta studentesca sarà in prima linea per combattere insieme agli studenti di sinistra per il futuro di noi giovani", si legge in una nota e gli studenti 'di destra' sembrano altrettanto agguerriti: "Noi difenderemo con le unghie e con i denti la natura pubblica della scuola. Riteniamo, infatti, che in epoca di crisi economica gli investimenti debbano essere fatti principalmente sui giovani".

Certo è suggestiva la saldatura tra sinistra radicale  e destra radicale.Non è un tema nuovo,quello del cosiddetto "fasciomunismo" eppure sempre suggestivo.In effetti è fatto noto che moltissimi reduci della R.S.I. della corrente di sinistra e molti sindacalisti fascisti, nel dopoguerra aderirono al P.C.I. Certe suggestioni vengono da lontano, si pensi al nazionalbolscevico Ernst Von Salomon, sposato ad una ebrea e perseguitato dalla repubblica di Weimar poi durante i nazismo per la dichiarate simpatie verso i comunisti e nel dopoguerra perchè considerato nazista, che  riconosceva ai comunisti un "rigore prussiano"di cui parla nel romanzo " I Proscritti "oppure si pensi a Yukio Mishima, icona in egual misura della destra e della sinistra radicale giapponese , o per rimanere sul territorio nazionale alla politicamente ambigua "Reggenza del Quarnaro" nella quale affluirono entusiasticamente i cosiddetti arditi del popolo  o arditi bolscevichi e nazionalisti inveterati , saldati dalla personalità  del poeta soldato Gabriele D'Annunzio nell' effimera avventura politica, guardata non a caso  da Lenin con estremo interesse per i non pochi elementi socialistoidi e con molto sospetto per non dire una robusta diffidenza, da Benito Mussolini che invece voleva accreditarsi quale "moderato" presso Casa Savoia ( e forse non amava farsi rubare la scena dal poeta soldato ). Guardate la bandiera dell'effimero Stato Libero di Fiume,detto " Reggenza del Quarnaro" e capirete il perchè della simpatia di molti comunisti per l'impresa fiumana.L'ammiccamento al vessillo bolscevico e alla simbologia socialista è evidente e voluto .

hj

Ma torniamo ai giorni nostri e analizziamo i due manifesti pubblicati in testa  (1) qui volutamente affiancati.La somiglianza dello stile di comunicazione , dell'uso dei colori è  notevole, malgrado i messaggi che si vogliono veicolare siano diametralmente opposti.

La stessa militanza politica, vissuta come "comunità" dalle ali estreme è oggettivamente simile, resa più simile poi dalla forma "liquida" dei maggiori partiti attuali, ossia PDL e PD .
 
Non solo: c'è da notare che sia l'estrema destra che l'estrema sinistra sono saldate da un vago antisemitismo/antisionismo , condito da bandiere dello Stato d'Israele bruciate in piazza e da una malcelata simpatia comune per il regime islamico iraniano , annaffiato da un robusto sentimento antiamericano e da una comune simpatia per la causa palestinese.

Anche se è difficile da far digerire alle controparti di sinistra, è noto un ruspante ( e contradditorio) terzomondismo di destra, che si rileva specie dei movimenti Forza Nuova e Fiamma Tricolore e in misura molto più addolcita nella Destra Sociale,specie dopo l'incontro a " tarallucci e vino  kasher " tra esponenti della comunità ebraica romana, avvenuto dopo le elezioni comunali  vinte da Gianni Alemanno, grazie anche all'apporto entusiastico e probabilmente decisivo della comunità ebraica locale, appoggio malvisto e criticato  da alcuni (pochi)  esponenti della comunità ebraica, tra i quali Ariel Toaff, figlio del rabbino  emerito di Roma, Elio Toaff,

E' anche vero che i molti tentativi di saldatura,che spesso furono molto vicini ad andare a buon fine, vennero sempre frustrati da elementi dogmatici delle due parti , magari anche  interessati a premettere il loro spicchio di potere e alla loro visibilità personale, alla buona riuscita di singole iniziative su cui le ali estreme si trovarono a convergere.

Personalmente credo che questi tentativi di avvicinamento siano velleitari  temporanei e destinati al fallimento, ma questo nulla toglie alla suggestione di questi curiosi ammiccamenti,  ai quali neppure io resto indifferente, per quanto sia fortemente negativo su due degli elementi collanti della destra e della sinistra radicale,ossia sia su antisemitismo e antisionismo e la comune simpatia per il regime iraniano, che non condivido affatto.



Pike
 




23 ottobre 2008

Walter Veltroni mostra i muscoli

Veltroni
Walter  Veltroni è l' "uomo morto che cammina" della sinistra italiana, assediato dai molti aspiranti leaders del centro sinistra e dal temibile Di Pietro, che pesca consensi sia nella sinistra radicale che a destra che nel bacino dei " grillini".

Il disgustoso show messo in onda nell'ultima puntata di "Che Tempo che fa" dell'orrido Fazioso Falso Fazio non gli gioverà certo a risalire la china.

C'è da scommettere che , con molti esponenti di punta del PD intenti a fare la caccia al Walter, tra cui l'acida Bindi, l'ammiccante Bersani e il baffo malefico d'ulemah il sardonico sardo Parisi, alla manifestazione andranno in numero bastante giusto per una scopetta o una briscola.

Caro Walter, arrivato in fondo al pozzo potrai sempre scavare.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Walter Veltroni PD partito democratico

permalink | inviato da Pike il 23/10/2008 alle 9:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


sfoglia     settembre   <<  1 | 2 | 3 | 4  >>   novembre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom