CaffeNero | Il Cannocchiale blog
.

  CaffeNero [ Meta blog delle Destre e non solo... ]
         









NOTE LEGALI. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio
che provvederà alla loro pronta rimozione."


Blog\Autori;

Politiche Giovanili:

- kinasafronte
 
www.Made_in_Italy.ilcannocchiale.it

- Simone 
www.simoneinarcadia.altervista.org

Controstoria e Revisionismo:

- Pike

- Caposkaw

Politica Attuale:

- mauromauro



Blog aderenti:

www.colognoinazione.ilcannocchiale.it 
www.forza_e_onore.ilcannocchiale.it
www.ercolinamilanesi.com




20 maggio 2009

No al nazifascioleghismoxenofobismorazzismo



A Treviglio esiste un complesso immobiliare di quattro palazzine.In ogni palazzina ci sono quattro appartamenti.

ll complesso "quadrifoglio" (nome di fantasia) era ordinato , pulito e dignitoso. Concepito per famiglie a reddito medio-basso alla fine degli anni '70 con molto verde . Gli appartamenti sono piccoli (65 metri quadri ) ma dignitosi. Case operaie insomma.

Se non che quattro anni or sono una palazzina delle quattro è stata ceduta in blocco a dei maghrebini che l'hanno adibita a dormitorio . Non pagano le spese condominiali , non fanno manutenzione e affittano a inquilini  presumibilmente clandestini , che se ne vanno nel giro di un mese o due e nel frattempo e nel frattempo vivono stipati in venti per appartamento.Una palazzina dove dovrebbero vivere 16-20 persone ora ospitadalle 80 alle 100 persone. 

I prati condominiali sono diventati discariche di motorini rotti , spazzatura e via così , il complesso è diventato un ghetto. Tetti e facciate cominciano ad essre decrepiti ed è presumibile che i nuovi proprietari maghrebini non sborseranno una centesimo per fare un purchessia lavoro di ristrutturazione.Non pagano nemmeno lo smaltimento del pozzo nero.

I clandestini non possono conferire i rifiuti, non potendo andare in comune a chiedere i contenitori per la "differenziata" essendo spesso clandestini  e tantomeno andare alla discarica comunale. I cortili e le vie adiacenti sono piene di spazzatura.

Gli italiani che ci vivono a breve comincieranno  a scappare, ma le loro case si sono deprezzate del 50 %, a causa della trasformazione in ghetto del complesso .

Italiani di mezza età quando non anziani, spesso monoreddito, si troveranno a doversi indebitare fino al collo per non dover convivere con spacciatori, balordi e puttane che si accoltellano spacciano pisciano  cagano e vomitano sul loro uscio di casa.

La Sindaco di Treviglio, Ariella Borghi ( saccente ex professoressa radical chic  )   malgrado le invocazioni di aiuto dei residenti, non può ( e secondo me non vuole ) bonificare l'area. La sua giunta andrebbe a gambe in aria: è appoggiata da Rifondazione Comunista . 

Immagino che dei residenti del complesso "quadrifoglio" a sentire parlare di tolleranza , mettano mano all'ascia o almeno alla spranga.

Del resto : andate voi a dirgli che sono "nazifascioleghisti" ? io non me la sento.

Facile è per chi vive in una bella casa in centro appendere al balcone tra i gerani fioriti la bandiera arcobaleno .

Forse sono riduttivo ma che nessuno mi accusi di parlare per slogan populisti.Io vivo in un "ghetto" e certe esperienze le ho vissute in prima persona.

Stare barricati in casa mentre una decina di extracomunitari si picchiano a sangue, non è una bella esperienza.

Non sono crudo o provocatorio, semplicemente riporto una mia esperienza.

Io dico no alle discriminazioni etniche e razziali e alla xenofobia, ma è nostro dovere ascoltare chi vive esperienze come quelle dei condomini del complesso "quadrifoglio" e di trovare delle soluzioni per loro , senza tacciarli di "nazifascioleghismoxenofobia".

Io dico che se non ascolteremo i condomini del complesso "quadrifoglio" e cercheremo di trovare delle soluzioni ai loro problemi , la xenofobia dilagherà in barba alle dichiarazioni di principio di generico "no al razzismo".

Pike




14 giugno 2008

2500 SOLDATI IN SERVIZIO DI ORDINE PUBBLICO - FAVOREVOLI O CONTRARI?

 

Città e rifiuti sotto scorta:
scende in campo l'esercito, già si urla al " nuovo fascismo"

Approvato il decreto legge: i primi militari, disarmati, a Savignano irpino. E nelle strade 2500 uomini parificati agli agenti di pubblica sicurezza. Opposizione e sindacati contrari.

Dunque l'esercito verrà mobilitato, se pure con un numero di uomini ridotto, per affiancare Polizia e Carabinieri nel controllo dell'ordine pubblico , durante l'attivazione di siti da adibirsi a discariche, per garantire un minimo d'ordine in previsione di proteste e blocchi stradali.

Personalmente non ci trovo nulla di strano. Anzi trovo che sia sacrosanto che lo Stato stia ricominciando  a fare lo Stato, usando l'autorità  quando necessario, come nella fattispecie.

Si  parla di un " nuovo fascismo" ma ci si dimentica che l'esercito venne già usato durante l'operazione " Vespri Siciliani " in affiancamento alle Forze dell'Ordine .E 2500 soldati non bastano per urlare alla "militarizzazione" della Campania, come stanno già facendo certuni.

Premesso che questa è una mia personale opinione, invito i lettori a esprimere dire la loro ..


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. munnezza monnezza Larussa Maroni

permalink | inviato da Pike il 14/6/2008 alle 17:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (18) | Versione per la stampa



7 giugno 2008

Immigrati clandestini; primi sequesti di case affittate in nero

 
Un esempio di come sono ridotte le vie di Zingonia
 

Denunciati gli affittuari nordafricani

E' scattato nella Bergamasca il primo sequestro di appartamenti affittati a clandestini da quando è entrato in vigore il pacchetto sicurezza emanato il 23 maggio. I carabinieri hanno messo i sigilli a due abitazioni di Zingonia, affittate a cinque marocchini dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti. I 5 immigrati, arrestati, pagavano "in nero" i proprietari degli immobili - anche loro nordafricani, ma regolari - che sono stati denunciati.

L'operazione è stata portata a termine dai carabinieri della Compagnia di Treviglio. I cinque marocchini pagavano circa 500 euro al mese per ciascun appartamento. I proprietari degli appartamenti sono stati denunciati per favoreggiamento e sfruttamento dell'immigrazione clandestina. Le abitazioni potrebbero essere presto confiscate, così come previsto dalla nuova normativa. 

Le indagini proseguono in queste ore per verificare l'eventuale attività di un'organizzazione criminale finalizzata al favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.
La zona di Zingonia, in provincia di Bergamo, è nota per la concentrazione di immigrati irregolari e già più volte alla ribalta delle cronache per episodi di criminalità.

Mi auspico che questa operazione sia la prima di molte,perchè , a differenza di chi gli extracomunitari li vede alla festa della "straminchia equa e solidale" , io vivo in un condominio degradato, so quindi di cosa si tratta e di cosa si parla.

Si tratta di convivere con " caporali " che acquistano o affittano appartamenti , per poi subaffittare " posti letto " . Si tratta di convivere con  un " turn over " di immigrati del 100% e spesso con  ubriaconi e violenti , quando non criminali.

Si tratta di convivere NON con persone che vengono a mettere radici nel nostro paese e quindi cercano di integrarsi,che meritano di essere aiutati ad integrarsi , ma con  avventurieri, che ( fino a poco tempo fa  ) sapevano di trovare nel nostro paese una tolleranza di natura ideologica slegata da ogni pragmatismo.   

I "caporali "  e i loro " clienti" hanno potuto spadroneggiare , in barba alle Leggi della Repubblica, per una malintesa idea dell'integrazione basata sulla  tolleranza di gesti criminali  o antisociali compiuti dai " migranti "  ,  messa in atto " senza se e senza ma "  in nome della " diversità culturale" . 

Questo approccio imbecille, di matrice catto-comunista ha contribuito a creare xenofobia, facendo quasi passare l'idea che i migranti sono al di sopra delle Legge.Da proteggere quasi fossero il panda gigante cinese, da proteggere sempre e comunque, anche quando delinquono e anche quando sono  chiaramente non VITTIME ma CRIMINALI.

Vivere in un condominio degradato , nel quale i " caporali " affittano i posti letto, costringe alle volte, in concreto a pulire il vomito o la piscia dell'immigrato e/o migrante , che s'è ubriacato ed ha avuto la bella idea di pisciare o vomitare sotto la tue finestre.E se gliel'hai fatto notare, magari t'ha pure mandato affanculo.

Le astrazione sono belle, i principi sono bellissimi.Ma talvolta cozzano la la puzza di piscia e l'odore di vomito, meno belli ma ahime, spesso ben più concreti e di tante belle parole che si dicono , alla
festa della straminchia equa e solidale.



 Pike




17 maggio 2008

MARONI ." NESSUNA SANATORIA, MA LE BADANTI SONO UN CASO A PARTE " - ma dov'è lo scandalo?

 

"Non giusto mettere sullo stesso piano chi viene per commettere reati e chi svolge un compito sociale importante". Così il ministro dell'Interno Maroni , parlando dalla Festa della Polizia a Varese.

Ma qual'è lo scandalo?

Le badanti non vengono a delinquere, vengono a lavorare.E' civile ed auspicabile che ad esse venga concessa una corsia preferenziale per la regolarizzazione.

Non sempre , per loro stessa ammissione, i rom , giusto per fare un esempio, vengono nella nostra nazione per svolgere un attività professionale di alcun tipo e meno che meno socialmente utile. 

Ma vado oltre. Personalmente auspicherei un maggiore controllo dei flussi, regolamentando secondo il tasso di integrazione dei gruppi etnici già esistenti , privilegiando quei gruppi etnici che si sono integrati meglio di altri, aprendo i flussi a quelle nazionalità meglio integrate e monitorando con la massima attenzione i flussi extracee di quei gruppi etnici che si integrano male o affatto.

A suo tempo l'Onorevole Mirko Tremaglia propose di agevolare i flussi migratori dall' Argentina (s'era nel periodo della crisi economica in Argentina ) , sottolineando le similitudini culturali e quindi la facilità di integrazione.

Le " anime candide " di sinistra si stracciarono le vesti urlando alla xenofobia.

Ma Tremaglia a mio avviso aveva ragioni da vendere. E' ovvio che è più assimilabile o integrabile che dir si voglia, chi proviene da nazioni con similitudini culturali o linguistiche.

Si pensi ai senegalesi ad esempio : in comune con noi hanno la cultura europea, lascito della colonizzazione francese. Per un francofono , imparare l'italiano è agevole, e quindi è agevole dialogare e quindi è agevole integrarsi. Infatti la comunità senegalese è , salvo (rare) eccezioni ben ( spesso ottimamente ) integrata.

Non credo sia scandaloso distinguere tra comunità e gruppi più o meno integrabili.A meno che non si ragioni con il parocchi di un'ideologia terzomondista di quarta mano , oltretutto fuori tempo massimo.

Pike


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Maroni rom badanti Senegal

permalink | inviato da Pike il 17/5/2008 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa


sfoglia     aprile       
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom