CaffeNero | Il Cannocchiale blog
.

  CaffeNero [ Meta blog delle Destre e non solo... ]
         









NOTE LEGALI. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio
che provvederà alla loro pronta rimozione."


Blog\Autori;

Politiche Giovanili:

- kinasafronte
 
www.Made_in_Italy.ilcannocchiale.it

- Simone 
www.simoneinarcadia.altervista.org

Controstoria e Revisionismo:

- Pike

- Caposkaw

Politica Attuale:

- mauromauro



Blog aderenti:

www.colognoinazione.ilcannocchiale.it 
www.forza_e_onore.ilcannocchiale.it
www.ercolinamilanesi.com




22 dicembre 2008

Scontri in Svezia tra comunisti e immigrati coalizzati contro la polizia. Sinistra radicale e immigrati islamici. La sinistra radicale ha nuove " masse " ?


.

Negli anni '70 la borghesia medio-alta radical chic,  contando in una prossima vittoria della sinistra  in un operazione di perfetto "gattopardismo" cambiare tutto affinchè nulla cambi ) stava  apertamente flirtando con i brigatisti e con la sinistra radicale extraparlamentare incoraggiando i rampolli a impegnarsi politicamente all'estrema sinistra ( forse per cooptare alla guida della sinistra i loro rampolli ?)

I dirigenti della sinistra extraparlamentare , del centro nord e di Roma erano solitamente "giovin signori" di buona famiglia che usavano come massa d'urto, come " masse " e  "manovalanza"  proletari spesso immigrati dal centro sud  malamente integrati . Nel tempo alla sinistra sono  mancate le "masse"  e sono rimaste le elites sempre più borghesi e sempre più lontane dal sentire comune.

Abbiamo visto come a Malmoe in Svezia, si siano saldati " squatter"   che presumiamo di estrazione medio-alto borghese e immigrati. Ma riepiloghiamo brevemente  i fatti :

Un centro islamico adibito abusivamente a moschea,  a Malmoe in Svezia, in un quartiere "etnico" ,  viene sfrattato senza che gli ex affittuari abbiano avuto nulla da dire. Gli squatter ( zecche insomma ) vanno in soccorso dei " valorosi resistenti " per la maggioranza di origine mediorientale, tra cui molti palestinesi.

Risultato? la Polizia Svedese ha dovuto fare intervenire i colleghi danesi e far concentrare a Malmoe polizia da mezza Svezia.

Un caos paragonabile a quello greco MA al kebab e con la differenza sostanziale che un conto è la Grecia, in recessione economica e con una classe politica familista e corrotta in modo assolutamente bipartisan, un conto è la ricca ordinata Svezia, nota fino a ieri l'altro per l'Ikea le Volvo e le Saab  e per un welfare grasso.

E' difficile pensare che la Svezia progressista e socialdemocratica, che ha accolto a braccia aperte molti emigrati italiani divenuti a pieno titolo cittadini svedesi, perfettamente integrati e spesso imprenditori di successo, abbia "escluso" le ondate di immigrazione dal medio oriente e dal maghreb .

E' più facile pensare che l'integrazione a volte non sia voluta dagli immigrati di provenienza maghrebina e mediorientale, che tendono a autoghettizzarsi in quartieri etnici. Si noti come anche nelle banlieuse francesi, a promuovere gli scontri furono per la maggior parte promossi da immigrati di origine maghrebina.

Nulla vieta di pensare che la saldatura tra immigrati di origine mediorientale e maghrebina e sinistra radicale  possa essere emulata  in Italia. Anche da noi ci sono quartieri etnici,anzi in provincia di Bergamo, a Zingonia 
http://www.caffenero.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=2084289http://www.caffenero.ilcannocchiale.it/?id_blogdoc=1959113, esiste una vera e propria città etnica, da cui stanno fuggendo gli immigrati di origine senegalese e indiana, più volte scontratisi con l'etnia prevalente di origine nordafricana.

Non voglio affatto demonizzare gli immigrati di origine maghrebina.R
esta però il fatto che, se la comunità indiana ( in special modo di fede sikh )  e  senegalese e  si sono integrate piuttosto bene , la comunità maghrebina è al centro della cronaca nera.  

Vogliamo fingere che non sia così ? facciamo pure. Si dice che l'integrazione è cosa buona e giusta. Non nego che sia molto stupido fare demagogia sull'argomento come troppo spesso fa la Lega Nord

D'altronde non è plausibile che nella tollerante  Svezia gli immigrati non siano stati aiutati ad integrarsi.
Quindi essere vicini agli immigrati, non risolve il problema dell'incontro tra culture e i fatti di Malmoe lo dimostrano.

E' poi utile notare che  culture diverse , se hanno qualcosa in comune si possono incontrare e magari scontrare, ma poi trovare un punto di sintesi. Ma temo che la cultura mediorientale e maghrebina di punti di contatto con la cultura europea, ne abbia ben pochi, per non dire nessuno.

Ed  è assolutamente inutile fingere di non vedere che alcune comunità anzichè integrarsi si autoghettizzano, ricreando nelle città italiane del centro nord delle piccole Marrakesh in preda al più assoluto degrado e all'illegalità diffusa.

C'è solo da sperare che in soccorso degli "autoghettizzati" non corrano i ragazzi dei centro sociali italiani , in cerca di una "massa d'urto" cui mettersi alla guida, per creare una sorta di neocomunismo islamico.

Oltretutto temo che sfugga ai neocomunisti che le "masse islamiche " una guida politica l'hanno già  nei mullah e negli imam, che userebbero capi e capetti della sinistra radicale per poi disfarsene.

Perchè è assolutamente chiaro per tutti, tranne che per i neocomunisti, che quanto di più antitetico alle idee della sinistra è appunto l'islam tecratico omofobo e misogino.



Pike




14 ottobre 2008

L’ARABIA è LEGHISTA…Agli arabi piace il permsso a punti di Bossi

  


Una chicchissima proveniente da apcom:

Immigrati/ A utenti di al Arabyia piace il permesso a punti di Bossi

Sorprendente risposta della maggioranza dei commenti

Roma, 8 ott. (Apcom) - Permesso di soggiorno a punti per gli immigrati in Italia, con revoca in caso di violazioni della legge? "Gli italiani hanno tutte le ragioni di questo mondo": questa è almeno, quanto pensa una consistente maggioranza degli utenti arabi del sito on-line della tv satellitare al Arabiya, che ha pubblicato la proposta della Lega Nord al ddl sicurezza assegnato alle commissioni Affari costituzionali e Giustizia del Senato.

In oltre il 60% dei contributi, gli utenti di vari paesi arabi si dicono d'accordo con la Lega nord ed accusano gli immigrati di avere "abusato" dell'ospitalità offerta dagli occidentali che agli inizi "ci avevano accolto con le braccia aperte". Non mancano le accuse di "razzismo" al Carroccio provenienti pero' in prevalenza da immigrati che vivono in Italia.

"Hanno ragione da vendere", scrive un "anonimo lettore" che pone la domanda: "volete forse che trasformino il loro paese (l'Italia) in un rifugio per tutti i poveri e gli sfollati del mondo?". Anche "un aspirante immigrato" riconosce che "bisogna ringraziare l'Europa per tutta la misericordia che ci offre".

Alcuni, come "immigrato libico", si dicono "sinceramente d'accordo con una regolamentazione" che spera "escluda almeno i terroristi" per salvaguardare la sicurezza nei loro paesi. Anche "Kristal" si dice d'accordo perchè"francamente i nostri l'hanno fatta davvero sporca" e accusa molti immigrati di "evasione del fisco, attività terroristica, disoccupazione e sfruttamento del sistema di previdenza" dei paesi ospitanti.

Tra gli altri, ci sono immigrati arabi nei ricchi paesi del Golfo che riservano le loro critiche a paesi come l'Arabia saudita: "Sono trent'anni che il destino mi ha scritto di stare in Arabia saudita - scrive "un straniero immigrato" - magari godessi qui di un quarto dei diritti garantiti dall'Italia agli stranieri". "Un musulmano che ama gli europei per la loro civiltà" maledice il "sistema del garante" adottato nei paesi del Golfo verso gli immigrati: altro che "un sistema a punti", dunque, "il garante è la vera schiavitù".

Poche le voci critiche, in prevalenza da immigrati nella nostra penisola come "Muhannad dall'Italia" che accusa la Lega di essere "il padre spirituale di un razzismo che vuole applicare il visto d'ingresso per i meridionali italiani in Padania". Immancabile l'accusa per i leghisti di essere "nemici dell'Islam che vogliono impedire la diffusione della nostra fede" come protesta "un immigrato marocchino" in Italia.

"Un egiziano a Londra", "grato all'Occidente" non ha dubbi e giudica severamente gli immigrati ai quali si rivolge direttamente scrivendo: "In passato, l'Europa ci ha accolto a braccia aperte, ma dopo l'aumento del vostro numero e dei vostri misfatti ha scoperto la verità e le cose sono cambiate compromettendo cosi' le chance dei futuri aspiranti immigrati". "Rifugiato iracheno", ha invece solo parole di gratitudine verso "paesi che ci hanno accolto quando eravamo scalzi, malati, affamati e senza un dollaro in tasca" per "fare di noi uomini con dignità". Mentre"'N.T.P." è categorico: "bisogna fermare per sempre l'emigrazione verso l'Europa e farla finita con la concessione della cittadinanza per chi si sposa con un'europea": perchè? "Questa gente ha deformato l'Europa".

Se qualcuno non ci crede , ecco i link:

http://notizie.alice.it/notizie/esteri/2008/10_ottobre/08/immigrati_a_utenti_al_arabyia_piace_il_permesso_a_punti_di_bossi,16365078.html

A quanto pare , il punto di vista della Lega (il quale è sostanzialmente : rispettate le nostre leggi) è apprezzato anche dai musulmani residenti nei loro paesi, che non sembrano spinti da motivi imperialisti quali imporre la loro religione o le loro usanze….

Cose come il terrorismo, la delinquenza , e l'imbroglio non sono evidentemente apprezzate nemmeno nei paesi da cui arrivano immigrati islamici.

Grazie a unpolitically correct che ha segnalato per primo l'articolo. http://unpoliticallycorrect.ilcannocchiale.it/2008/10/09/italia_razzista.html

Caposkaw




17 settembre 2008

IL NERO E' PIU' CADAVERE SE LO UCCIDE UN BIANCO

  
 

 

Il giovane italiano di pelle nera è morto in qualcosa che assume sempre più l’aspetto di una rissa di strada senza connotazioni politiche o razziali…

Non mi interesso del fatto in sè , ma della muffa di manifestazioni antirazzista/sinistrorse che impestano l’ambiente , causate dalla notizia e dal razzismo di sinistra.

….

A me questo florilegio di manifestazioni mi da l’impressione di gigantesche pippe collettive.

Per il mio concetto tradizionale e intimo di sessualità, mi sembrano cose piuttosto malsane , e anche diffonditrici di malattie. Comunque , ognuno ha il diritto di soddisfarsi come può (1)….

Dato che questa mania masturbatoria affligge la sinistrola italiana gli propongo due altri buoni motivi per manifestare (e come si può vedere dalle date, contemporanei alla rissa di strada):

http://www.corriere.it/cronache/08_settembre_10/karate_aggredita_campionessa_87284586-7f62-11dd-a664-00144f02aabc.shtml

nel primo , un Orribile Atto di Violenza da parte di un Agente di Polizia verso un POVERO IMMIGRATO RUMENO senza fissa dimora. Il Poveretto chiedeva una sigaretta al Bieco Agente della Reazione che non gliela dava, ed Reagiva con Immane e Brutale Violenza alla Carezza sul collo datagli dall’immigrato. Il Poveretto ,Becco e Bastonato, Veniva Ingiustamente Blindato dagli Scherani della Reazione , Allertati dal Poliziotto/Picchiatore.

Dato che una simile descrizione fa volgarmente inturgidire&arrapare il sinistro medio, prode kombattente per la libbertà dde poppoli , procedo con una REALE ricostruzione dei fatti.

Il poliziotto era Lara Liotta , campionessa italiana di Karate, arruolata in polizia.

La signora passaggiava per la stazione Termini in borghese , e il rumeno gli si è avvicinato col pretesto di chiedere una sigaretta, per poi afferrarla per il collo per rapinarla . La signora si è difesa, e il fesso si è beccato un paio di sgrugnoni. Data la scarsa collaborazione della vittima, il verme è scappato per poi venire arrestato dalla polizia ferroviaria….

La differenza tra tanti avvenimenti di questo tipo è che la signora si è difesa e il lurido le ha prese.

Nella normalità il fatto che i passanti abbiano assistito alla scena senza intervenire (che bravi!).

Sono anche sicuro che il romeno abbia pure chiesto scusa quando gli hanno messo le manette…

La cosa interessante è che questa notiziola di orribile violenza razzista italiana non sia entrata nel mainstream delle notizie (ovviamente taciuta dalla Centrale della Reazione…) e non ci sia stata la giusta levati di scudi in difesa del povero rumeno… scusate, il poliziotto non lo doveva malmenare!

Bisogna pur pensare all’ambiente culturale da cui viene il povero fumatore , e come l’afferrare per il collo , nella società rumena, sia un segno di apprezzamento e di amicizia…. Ehm , non è così?…

Per la caso , c’è effettivamente un problema di sicurezza nella società italiana legato agli immigrati?

Allora si capisce perché i sinistri non manifestino per questo avvenimento…gli immigrati sono BUONI & BRAVI sempre&comunque.

E questo sembra proprio che abbia a che fare con la seconda notizia:

http://espresso.repubblica.it/dettaglio-local/Giustiziato-da-un-commando-di-sette-pakistani/2035975

Su questa storia, anch’essa passata sotto silenzio non c’è nulla da ridere.

Un immigrato pakistano è stato ucciso a bastonate , con una tecnica che ricorda brutti periodi (anni ‘20 , 1977…)

Delle motivazioni non se ne sa nulla, e le indagini continuano.

Quello che fa specie, è appunto il silenzio. L’uomo è sì stato bastonato a morte, ma i suoi assassini erano pakistani, di colore, quindi la cosa non fa notizia. Non è una notizia che l’atto sembra un’esecuzione, non è una notizia che sembra un piano deciso a tavolino, non è una notizia che ci sono 7 assassini a piede libero….

Non è una notizia semplicemente perché gli assassini non erano BIANCHI.

Se poi si verrà a sapere che si tratta di un regolamento di conti per ragioni pseudoreligiose, sono sicuro che la cosa sarà ancora più taciuta…. I campioni dell’anticristianesimo si pongono a 90° sempre&comunque di fronte ai musulmanotti (quelli picchiano!).

Il sottoscritto , da persona ignorante&di destra , non riesce a capire questa divisione tra cadaveri di seria A e di serie B.

Il cadavere del morto ammazzato dai bianchi è più importante del cadavere del morto ammazzato dai pachistani?

Perché non fare una marcia contro la violenza anche per l’immigrato pachistano?

Perché nella vulgata cerebrale (esagero , come sempre. Il cervello sinistro è simile a un foglio prestampato) l’immigrato è sempre vittima?

Perché il sinistro frigna per il povero negro ucciso dai bianchi e se ne sbatte del pakistano ucciso dai pakistani?

(1) mi ricordo che il vecchio bertinotto disse che si eccitava alle manifestazioni , quindi è lecito pensare che per assolvere il dovere proletario colla sua baby pensionata facesse indire degli scioperi o meglio , delle marce per la m***a…..



Caposkaw



sfoglia     novembre        gennaio
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom