CaffeNero | Il Cannocchiale blog
.

  CaffeNero [ Meta blog delle Destre e non solo... ]
         









NOTE LEGALI. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio
che provvederà alla loro pronta rimozione."


Blog\Autori;

Politiche Giovanili:

- kinasafronte
 
www.Made_in_Italy.ilcannocchiale.it

- Simone 
www.simoneinarcadia.altervista.org

Controstoria e Revisionismo:

- Pike

- Caposkaw

Politica Attuale:

- mauromauro



Blog aderenti:

www.colognoinazione.ilcannocchiale.it 
www.forza_e_onore.ilcannocchiale.it
www.ercolinamilanesi.com




7 maggio 2009

Di Pietro e i fumetti

.



Il mitico trebbiatore non è certo un personaggio da fumetti. Gli manca l'umorismo (non che non faccia ridere, ma fa ridere per la sua ignorandità, che spaccia per semplicità...) per essere un personaggio comico, e gli manca la dignità (ad esempio, quella tragica di un Diabolik) per essere un personaggio serio.

Però non gli manca il fiuto per circondarsi di altri comprimari che sono delle vere figure da cartoon.. un esempio, il magistrato De Magistris.

Qua è riportata una disamina della sua non edificante carriera:

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=347535&START=0&2col=

Il nostro, anzi, il Suo, è un magistrato il quale, in anni di carriera, non è mai riuscito a mettere qualcuno in galera. Tutte le persone che ha accusato se la sono cavata perchè i fatti non sussistevano...

Semplimente, il Magistris accusava persone innocenti di crimini non commessi...

Questo mi fa pensare che Magistris sia una specie di Cattivik (http://it.wikipedia.org/wiki/Cattivik_(personaggio) ) un criminalone dei fumetti che vanta innumerevoli tentativi di reato... tutti falliti!...

Che poi De Magistris sia molto meno simpatico del vero Cattivik, lo si può considerare un aspetto della triste realtà.

http://files.splinder.com/007a03ec34a821533ec3450785337f69.jpeg

http://imperor.blog.deejay.it/files/riccardochef/images/cattivik01.jpg

Caposkaw


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. De Magistris Di Pietro cattivik caposkaw

permalink | inviato da Pike il 7/5/2009 alle 13:9 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (16) | Versione per la stampa



27 giugno 2008

BNL-UNIPOL: LA RUSSA, FORLEO ASSOLTA MA SI TACE SU SUO TRASFERIMENTO

-


 Roma, 27 giu. (Adnkronos) - "Apprendo con compiacimento la notizia dell'assoluzione da parte del Csm del gip di Milano Clementina Forleo dall'accusa di aver violato i suoi doveri per i contenuti dell'ordinanza del 2007 con la quale chiese alle Camere l'autorizzazione all'uso di intercettazioni che riguardavano alcuni parlamentari nell'ambito della vicenda Unipol''.
 
Lo dichiara Ignazio La Russa, reggente di Alleanza Nazionale.

''Tuttavia trovo davvero molto strano
-aggiunge La Russa- che da un lato si alzino alti lai contro il lodo Maccanico, che pur senza minimamente compromettere il corso della giustizia, vuole garantire, come avviene in molte democrazie in Europa, il libero esercizio delle funzioni delle quattro piu' alte cariche dello Stato e dall'altro sia sceso un assordante silenzio sulla richiesta di trasferimento coattivo, formulata dalla Procura generale della Cassazione del gip Forleo 'colpevole' di aver richiesto (senza ottenerlo) l'uso processuale di intercettazioni riguardanti Fassino e D'Alema.''.

''Senza entrare nel merito dell'opportunita' o meno dell'utilizzo di quelle intercettazioni il cui giudizio era correttamente demandato al Parlamento -conclude- quello che stride e' l'atteggiamento punitivo nei confronti del gip Forleo a fronte della difesa ad oltranza di qualsiasi altro magistrato che, anziche' avere nel mirino esponenti politici come Fassino e D'Alema, si incarichi di indagare su Berlusconi''




24 giugno 2008

GIUSTIZIA: FINANCIAL TIMES, ITALIA FA BENE A FRENARE MAGISTRATI

 
Con il titolo ''L'Italia fa bene a frenare i suoi giudici'', il Financial Times ha pubblicato un editoriale firmato da Christopher Caldwell, nel quale si parla dell'ennesimo scontro fra il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi e la magistratura e si sottolinea la necessita' che in Italia si torni ad avere una qualche forma di immunita' per le alte cariche dello Stato. ''Spagna, Francia, Germania e Unione europea hanno tutte una qualche versione di immunità'', scrive Caldwell, ricordando che se anche questo tipo di leggi possono presentare il rischio di abusi (''anche Pablo escobar, il barone della cocaina, evito' i processi facendosi eleggere alla Camera colombiana''), l'immunita' ''serve a proteggere il diritto dell'elettorato ad essere governato dalle persone che ha scelto democraticamente''.

In Italia, scrive ancora l'editorialista del Financial Times, ''per quindici anni i giudici hanno goduto di un incremento di potere unico nei paesi occidentali'', un potere ''che e' alla lunga dannoso per una democrazia'' ed ''e' una delle ragioni per cui gli italiani hanno cominciato a non avere piu' fiducia nel loro sistema giudiziario''.

Una legge sull'immunita', conclude l'editoriale, ''potrebbe rendere la politica italiana meno litigiosa e piu' democratica. Il fatto che attraverso una simile legge Berlusconi possa evitare un processo e' una ragione per opporsi. Ma e' anche l'unica ragione per opporsi, e non e' sufficiente''.

Caldwell inoltre s'è dimenticato di scrivere che la magistratura, giacobina e forcaiola quando si processano  esponenti del centro destra, diventa piuttosto mansueta quando si indaga o si processano esponenti della sinistra o su aziende amiche, ossia coop & affini .

Pike




19 giugno 2008

Smemorati ..

 
(nella prima foto da sinistra Massimo D'alema durante il servizio militare ) 


Dopo essersi dimenticati che sulle norme anti intercettazioni telefoniche, c'era un consenso unanime e che se il governo Prodi fosse durato, una normativa per regolarle sarebbe passato con un consenso bipartisan, molti elettori di sinistra, convinti della superiorità morale della loro parte politica,   si dimenticano delle molte traversie giudiziarie nei quali è coinvolto  l'ex partito dei  "Democratici di Sinistra", ora PD .

Lo stesso Massimo d'Ulemah , ormai leader in pectore del PD , posta la vacua gestione Veltroni, riferendosi alle richieste di Di Pietro di modifiche della Legge sulle intercettazioni, è parso  gelido.

Certo è anormale che un Premier licenzi delle Leggi che possono influire sulle proprie vicende giudiziarie ovvero sulle proprie aziende, come d'altronde  escludo che altre nazioni  europee partiti politici  abbiano di fatto il controllo di una potenza economica, che qualcuno sostiene essere ormai la terza azienda d'Italia, come Legacoop.

E giusto aiutare gli smemorati a ricordarsi che le anomalie, che pure ci sono e andrebbero corrette, non stanno da una parte sola.

Pike



sfoglia     aprile       
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom