MARONI ." NESSUNA SANATORIA, MA LE BADANTI SONO UN CASO A PARTE " - ma dov'è lo scandalo? | CaffeNero | Il Cannocchiale blog
.

  CaffeNero [ Meta blog delle Destre e non solo... ]
         









NOTE LEGALI. L’autore dichiara di non essere responsabile per i commenti inseriti dai lettori. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze, non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se il commento viene espresso in forma anonima o criptata. Questo spazio non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate sono quasi tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro utilizzo violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore dello spazio
che provvederà alla loro pronta rimozione."


Blog\Autori;

Politiche Giovanili:

- kinasafronte
 
www.Made_in_Italy.ilcannocchiale.it

- Simone 
www.simoneinarcadia.altervista.org

Controstoria e Revisionismo:

- Pike

- Caposkaw

Politica Attuale:

- mauromauro



Blog aderenti:

www.colognoinazione.ilcannocchiale.it 
www.forza_e_onore.ilcannocchiale.it
www.ercolinamilanesi.com




17 maggio 2008

MARONI ." NESSUNA SANATORIA, MA LE BADANTI SONO UN CASO A PARTE " - ma dov'è lo scandalo?

 

"Non giusto mettere sullo stesso piano chi viene per commettere reati e chi svolge un compito sociale importante". Così il ministro dell'Interno Maroni , parlando dalla Festa della Polizia a Varese.

Ma qual'è lo scandalo?

Le badanti non vengono a delinquere, vengono a lavorare.E' civile ed auspicabile che ad esse venga concessa una corsia preferenziale per la regolarizzazione.

Non sempre , per loro stessa ammissione, i rom , giusto per fare un esempio, vengono nella nostra nazione per svolgere un attività professionale di alcun tipo e meno che meno socialmente utile. 

Ma vado oltre. Personalmente auspicherei un maggiore controllo dei flussi, regolamentando secondo il tasso di integrazione dei gruppi etnici già esistenti , privilegiando quei gruppi etnici che si sono integrati meglio di altri, aprendo i flussi a quelle nazionalità meglio integrate e monitorando con la massima attenzione i flussi extracee di quei gruppi etnici che si integrano male o affatto.

A suo tempo l'Onorevole Mirko Tremaglia propose di agevolare i flussi migratori dall' Argentina (s'era nel periodo della crisi economica in Argentina ) , sottolineando le similitudini culturali e quindi la facilità di integrazione.

Le " anime candide " di sinistra si stracciarono le vesti urlando alla xenofobia.

Ma Tremaglia a mio avviso aveva ragioni da vendere. E' ovvio che è più assimilabile o integrabile che dir si voglia, chi proviene da nazioni con similitudini culturali o linguistiche.

Si pensi ai senegalesi ad esempio : in comune con noi hanno la cultura europea, lascito della colonizzazione francese. Per un francofono , imparare l'italiano è agevole, e quindi è agevole dialogare e quindi è agevole integrarsi. Infatti la comunità senegalese è , salvo (rare) eccezioni ben ( spesso ottimamente ) integrata.

Non credo sia scandaloso distinguere tra comunità e gruppi più o meno integrabili.A meno che non si ragioni con il parocchi di un'ideologia terzomondista di quarta mano , oltretutto fuori tempo massimo.

Pike


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Maroni rom badanti Senegal

permalink | inviato da Pike il 17/5/2008 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (25) | Versione per la stampa


sfoglia     aprile        giugno
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom